Una mamma adottiva mi ha detto

Oggi una mamma adottiva mi ha detto: “Grazie, perché mi avevi avvertito”. Io già non me lo ricordavo più, ma visto che me l’ha ricordato lei, ho pensato che era bene diffondere l’avvertimento anche a  tutti quei genitori che hanno da poco accolto un figlio e che con tutta probabilità, in queste ore, stanno diventando matti. Si tende a dimenticare che cosa sono quei primi mesi di adattamento reciproco: noi a loro e loro a noi. E si tende a farlo per il semplice motivo che è troppo grande lo scarto tra la situazione psicologia dell’aspettativa – questi figli tanto desiderati, sognati, trasfigurati, innalzati a simbolo dell’assoluta e perfetta felicità – e la violenza dell’impatto con la realtà...
Continua a leggere →

Torna su

News: Una favola speciale

Cari amici, care amiche, viene presentato in questi giorni alla Fiera del libro per ragazzi di Bologna un piccolo librino di Amaltea,  “Una giornata speciale”, con le illustrazioni di Giulia Orecchia per la casa editrice Lo Stampatello. E...
Continua a leggere →

Torna su

Le storie/ Figli adottivi crescono

Si immagina che restino sempre piccoli, e invece crescono, esattamente come tutti i figli. A Bologna, il Centro Italiano Aiuti all’Infanzia, ha organizzato per il 22 giugno il primo incontro italiano degli adottivi adulti, che si troveranno per...
Continua a leggere →

Torna su

Correzioni/ Quelli della bicicletta

Ci sono delle giornate difficili, inutile nasconderlo. E ci sono anche settimane difficili. E serie di settimane consecutive.  Per cui può capitare di trovarsi, per esempio, con l’aria affranta, a ripiegare un grembiule dentro uno zainetto con ...
Continua a leggere →

Torna su